La Scacciarella



Una fuga dalla tensione, un rifugio, un centro operativo per incontri fortuiti o programmati dove trovano spazio echi di memorie ataviche che risiedono in luoghi destabilizzanti. Dalla ricerca artistica di Robet Pettena sulle industrie di esplodenti Dynamit Nobel e il percorso poetico di Chiara Macinai una ricognizione che riflette sulle nuove forme di equilibrio tra progresso tecnologico e responsabilità etica.


Una lettura dei Les Justes di Albert Camus: i Giusti sono la storia di un gruppo, attraverso le parole di individui che si vedono crescere e si confrontano ogni giorno con la quotidianità e con l’utopia di un’altra vita possibile da ottenere. Vengono portati in superficie i temi legati al gioco, all’amore, all’etica, alla rassegnazione di fronte alla vacuità di ogni azione umana.


*Scacciarella (dal vocabolario del cacciatore) =  metodo di battuta a tordi e merli che si fa disponendo una fila di poste verso la quale avanzano i battitori, per sospingere avanti i volatili.


Performance by Robert Pettena and Chiara Macinai
Durata 10 minuti ca.
Torrefazione Bronzi - Montevarchi





Nessun commento:

Posta un commento